gototopgototop

Maurizio Artusi
Winett Sicilia 2011PDFStampaE-mail
Domenica 20 Marzo 2011 20:28
Scritto da Maurizio Artusi


Vai a: aggiornamenti, valutazioni, schede, indirizzi e riferimenti dell'articolo

Winett_Sicilia_2011_1Ricordo ancora quando, circa 8 anni fa, l'amministrazione provinciale di Trapani organizzò per due anni di seguito la manifestazione Wine Sicily, un'esposizione di cantine della Sicilia Occidentale che ricevevano le visite dei buyers internazionali appositamente invitati a spese dell'organizzazione. In entrambe le edizioni trapanesi i produttori, da me interpellati  durante la manifestazione, mi confermarono la validità di quella fiera. La stessa formula di quell'ormai lontano Wine Sicily l'ho reincontrata oggi nel Winett, format itinerante che si avvale della collaborazione della giornalista Michèle Shah, ma con una precisa codifica dei tempi, denso d'incontri tra buyers e cantine. Come è nato il Winett ? Marco Giol, ideatore della manifestazione, mi ha raccontato che, dopo aver svolto diversi lavori si è ritrovato ad organizzare, con un amico toscano, un paio di mostre di vini locali. Dopo aver constatata l'inconcludenza delle fiere del vino, circa 5 anni fa, Giol si chiese: ma cosa interessa veramente a chi espone il vino ? Risposta ovvia: venderlo ! Quell'idea di Giol, con l'aggiunta di una spruzzata di precisione austro-ungarica e con un goccio di ritualità, costituito da una campanella che indica il cambio ai tavoli, ha dato vita alla formula vincente del Winett. L'edizione siciliana di Palermo, dal 16 al 18 Marzo 2011, è stata fortemente voluta dall'' Irvv, Istituto Regionale della Vite e del Vino, ritenendola, giustamente, un importante volano per l'economia vitivinicola dell'isola. Numerosi i produttori aderenti, ben 40 aziende vitivinicole siciliane hanno preso contatto coi 30 buyers internazionali invitati per l'occasione, i veri risultati però si vedranno tra qualche settimana. Leggendo i pareri dei partecipanti alle edizioni precedenti, svoltesi in altre regioni d'Italia, si evince subito la soddisfazione, sia da parte dei produttori che dei buyers. Questi pareri così positivi hanno però risvegliato in me un pizzico di scetticismo, spingendomi ad approfondire l'evento durante i due momenti dedicati alla stampa, nella mattinata di giovedi 17, presso il Grand Hotel Et Des Palmes, e poi il venerdì 18, al buffet di commiato presso l' Antica Focacceria San Francesco. Winett_Sicilia_2011_2A confermare l'importanza della manifestazione è stata anche la visita del Presidente della Regione, Luigi Lombardo, il quale ha espresso chiare parole di apprezzamento per l'evento, auspicando l'applicazione del format anche ad altri comparti merceologici. Inoltre, ho raccolto personalmente gli entusiastici commenti di Piero Buffa, operatore commerciale rappresentante la cantina Castellucci Miano, e di Carmelo Bonetta, produttore del Baglio del Cristo di Campobello, esso ha risposto alla mia domanda, laconicamente da contadino: "abbiamo arato la terra, poi vi abbiamo seminato, in seguito raccoglieremo i frutti". Non sono assolutamente riuscito a far emergere sbavature o critiche al meccanismo o all'organizzazione del Winett, neanche sulle veloci tempistiche che esso impone ai suoi partecipanti che, a quanto pare, sono state giudicate sufficienti da tutti coloro con cui ho parlato. Insomma, una manifestazione di successo che ha confermato la buona fama da essa goduta, un evento che il Presidente della Regione vorrebbe estendere ad alti comparti e Piero Buffa vorrebbe vedere ripetersi tutti gli anni. Marco Giol, dopo aver profuso parole di elogio per  l'accoglienza ricevuta, mi ha anticipato che non starà lontano dalla Sicilia a lungo, infatti sta già lavorando ad un Winett Taormina che si svolgerà ad Ottobre 2011, sicuramente sarà una buona occasione anche per le cantine dell'Etna.



 



Valutazione CucinArtusi.it in "artusini":




Schede e indirizzi utili:


Tags:

 

Su questo sito web si può liberamente leggere
e spero che possiate anche imparare qualcosa di nuovo,
ma una cosa vi raccomando: non rubate materiali e idee,
non rubate per rispetto del lavoro altrui,
non rubate perchè perdereste l'onestà,
non rubate perchè diventereste dei ladri,
non rubate perchè i furti non si possono nascondere a lungo,
non rubate perchè tanto non riuscirete mai a copiare l'originale,
non rubate perchè ciò non indica mai furbizia, ma tanta inettitudine
e chi ruba anche una sola volta sarà ladro e inetto per sempre.
-------
Il materiale presente all'interno di questo sito è frutto originale
del suo autore ed è quindi protetto da copyright.
E' vietata la copia, anche parziale, senza esplicita autorizzazione di CucinArtusi.it.
Tutte le valutazioni espresse nel sito sono da considerarsi
libere opinioni dell'autore delle stesse.

Licenza Creative Commons
CucinArtusi.it by Maurizio Artusi is licensed under a Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia License.

Facebook

Twitter

YouTube

Cerca produttori

Il video di CucinArtusi.it