gototopgototop
                                                    RSS Feed RSS

Maurizio Artusi
Birrificio Principe di GuarratoPDFStampaE-mail
Martedì 26 Agosto 2014 20:05
Scritto da Maurizio Artusi

Guarrato2014 02Il mastro birraio Peppe SvegliaIl fermento siciliano è arrivato fino a Guarrato, frazione a circa 10 km dal Comune di Trapani, ed io, da amante della birra artigianale, non potevo esimermi dall'effettuare una visita ed un assaggio approfondito per darvene notizia.

Il Birrificio Principe di Guarrato è nato recentemente grazie all'esperienza di homebrewer, come quasi sempre avviene in questi casi, di Peppe Sveglia, oggi poliedrico imprenditore della birra artigianale. Peppe proviene da esperienze attinenti l'ambiente brassicolo, ma anche molto distanti da esso, sicuramente lo hanno aiutato i suoi studi di enologia, poi però ha lavorato per diverso tempo in ambito aereoportuale, come direttore del vicino Aereoporto di Birgi, ed è stato anche socio di un'azienda di noleggio aeromobili. Recentemente, finalmente in pensione, ha però deciso di concretizzare la sua quindicennale esperienza di homebrewing, creando un birrificio espressione della sua personalissima idea. Le sue etichette, infatti, riportano la scritta Mastro 25 e sono ornate da un baffo, in esse tutto riporta al suo ideatore, il baffo, il mastro birraio e il 25, un numero ricorrente nella sua vita. Peppe non ama aromatizzare le birre, è un sostenitore del germanico "editto della purezza", antica legge che obbligava il mastro birraio ad utilizzare solo acqua, malto d'orzo, luppolo e lievito, tranne per un'etichetta che egli produce con il frumento, ingrediente siciliano per eccellenza, riadattando così il famoso editto ai colori della Sicilia, tra l'altro ben rappresentati nel logo delle sue bottiglie.

Guarrato2014 01Le tre Mastro 25 attualmente in commercioGuardando le foto avrete l'impressione di vedere alcune scritte cinesi, niente paura, ci avete visto bene, l'impianto di Peppe infatti è nato da un suo viaggio a Shangai, dove prese contatto con un'azienda cinese che fabbricava birrifici in tutte le parti del mondo. L'impianto non è super automatizzato, ma la mano del mastro birraio non deve pur avere la sua importanza? Accanto al birrificio è stato allestito un locale, di prossima apertura, che ospita già oggi un pub completo di spina collegata direttamente coi tini del birrificio. Le 4 birre che ho assaggiato sono già tutte in commercio tranne la prima, una weiss ancora in maturazione e sono state degustate prima da fresche e poi a temperatura ambiente... ma quel giorno nel pub di Peppe faceva caldino. Inoltre, erano tutte comprese tra una gradazione alcolica di 4,2 e 5,2, ma nonostante ciò hanno sempre dimostrato un buon corpo ed una buona concentrazione di profumi e sapori.

Weiss (La frumentosa)

La Weiss aveva sentori odorosi freschi che a tratti ricordavano il grano con il quale era stata prodotta, andando su di temperatura si riusciva a percepire anche una leggera nota di caramello, probabilmente generata da una leggera caramellizzazione degli zuccheri avvenuta durante i processi di produzione.

La Bionda

Questa birra era già più sempliciotta da bere, ma era comunque caratterizzata da un profumo agrumato che probabilmente la rendeva molto più adatta ad essere bevuta a bassa temperatura. Ideale per gli amanti delle birre leggere e beverine, scorreva da sola!

La Rossa

Con La Rossa, è stato amore a prima vista, sarà perchè amo la carruba, ma questo è stato il primo profumo che ha pervaso il mio naso. Man mano che la temperatura si alzava ho percepito un'infinità di sfumature: note vinose, tostate, di cacao, di miele, mentre al palato si è dimostrata piena e leggermente tannica, niente male per una 5,2 gradi.

La Mora

La prima sensazione è stata quella dell'affumicato, sentore che non mi ha più lasciato, poi accompagnato dal cioccolato e da una leggera vinosità, Al palato, anche questa birra era abbastanza corposa, come gradazione seguiva la rossa, ma l'ho trovata abbastanza scontata però, secondo me, gli amanti dell'affumicato potrebbero impazzirci sopra.

Guarrato2014 03Nicola Sveglia, figlio di PeppeQualora non si fosse ancora capito, tra le mie preferite ci sono la Weiss e La Rossa, quasi due fuoriclasse, secondo me. Nei prossimi giorni/mesi, cercherò di approfondire tutte le birre in produzione, facendo maturare bene i campioni che Peppe mi ha dato, in modo da commentare, integrandolo, il presente articolo. Nel frattempo, devo fare i complimenti per il coraggio imprenditoriale a Peppe ed figlio Nicola, che pur essendo impegnato in altri ambiti lo coadiuva attivamente, soprattutto per aver portato la birra artigianale in un territorio attualmente vergine dal punto di vista della produzione brassicola.






Valutazione CucinArtusi.it:




Schede e indirizzi utili:


Tags:

 

Su questo sito web si può liberamente leggere
e spero che possiate anche imparare qualcosa di nuovo,
ma una cosa vi raccomando: non rubate materiali e idee,
non rubate per rispetto del lavoro altrui,
non rubate perchè perdereste l'onestà,
non rubate perchè diventereste dei ladri,
non rubate perchè i furti non si possono nascondere a lungo,
non rubate perchè tanto non riuscirete mai a copiare l'originale,
non rubate perchè ciò non indica mai furbizia, ma tanta inettitudine
e chi ruba anche una sola volta sarà ladro e inetto per sempre.
-------
Il materiale presente all'interno di questo sito è frutto originale
del suo autore ed è quindi protetto da copyright.
E' vietata la copia, anche parziale, senza esplicita autorizzazione di CucinArtusi.it.
Tutte le valutazioni espresse nel sito sono da considerarsi
libere opinioni dell'autore delle stesse.

Licenza Creative Commons
CucinArtusi.it by Maurizio Artusi is licensed under a Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia License.

Facebook

Twitter

LinkedId

Cerca produttori

Il video di CucinArtusi.it