gototopgototop
                                                    RSS Feed RSS

newsletter


Manuela Barone
Quel film dello Sherbeth 2012PDFStampaE-mail
Sabato 22 Settembre 2012 12:29
Scritto da Manuela Barone

Sherbeth2012 1Lo Sherbeth 2012, svoltosi a Cefalù dal 6 al 9 Settembre, è stato come il sequel di un film, un’esperienza già vissuta che speri davvero non sia deludente o che almeno confermi le buone impressioni della precedente.

Arrivo al mattino presto, di sabato, e vengo catapultata in un giro turistico della città, dal Duomo al Museo Mandralisca, fino a Porta Pescara e al lavatoio medievale. La guida, molto preparata e gentile, ha descritto in maniera viva e coinvolgente la storia di una comunità di pescatori inserita in un punto strategico dell’isola, divenendo poi avamposto commerciale e fiore all’occhiello durante il dominio normanno. Molti secoli dopo, grazie a ClubMed, regnanti ed esponenti del jetset internazionale verranno qui a far sfoggio di lussi e ricchezze.

Stendo decisamente un velo sulla tappa successiva del tour, al borgo di S.Ambrogio poco distante. Vista mozzafiato e mare incantevole, ma dubito fortemente che un’esposizione di vespe storiche e degli stuzzichini scongelati e fritti, serviti come rinfresco, possano rappresentare una valida attrattiva.

Sherbeth2012 2Il ritorno a Cefalù, al Cortile delle Stelle, mi proietta verso il motivo per cui sono arrivata. Una breve visita, guidata dal Maestro Roberto Fiorino, nel laboratorio dove vengono prodotti i quaranta gusti di gelato di questa edizione. Pastorizzatori, mantecatori, frigoriferi e abbattitori (che vista la quantità di gelato in crescente aumento di anno in anno hanno sofferto non poco durante questa edizione), un nuovo apparecchio prodotto da Selmi per tostare la frutta secca secondo il grado di tostatura desiderato e ridurla in pasta, il tutto gestito in un contesto di ordine ed efficienza per produrre i novantamila chili di gelato assaggiati nei quattro giorni di manifestazione.

Carpigiani, che quest'anno inaugura il Museo del Gelato ad Anzola, e che con Cefalù ha sempre avuto un legame imprescindibile per gli ovvi motivi che possiamo tutti intuire, ha fornito i macchinari come sempre. Questa quarta edizione del concorso Internazionale Gelato del Mediterraneo “Procopio de' Coltelli” ha premiatoIl campano Raffaele Del Verme, della Gelateria Di Matteo da Torchiara (SA) con Il gusto fichi al cioccolato. La giuria popolare ha incoronato Santo Musumeci di Randazzo (CT) con il suo gusto pistacchio prodotto con la pasta realizzata proprio al Cortile delle Stelle con la raffinatrice/tostatrice della Selmi. Queste invece sono le mie personalissime opinioni sui gusti presenti alla manifestazione con tanto di voto e quasi sempre commento.

 

ANTICA GELATERIA F.LLI GRANATA

GIUSEPPE ALESSANDRO VINCENZO

SICILIA - NICOSI
(EN)

CEDRO

Discreto, voto 6

ANTICA PORTA TERRA

MAURIZIO CALABRESE

SICILIA – CEFALU’
(PA)

STRACCIATELLA AL PISTACCHIO

Anonimo, inclusione nella top3 ufficiale incomprensibile.

BAR DUOMO*

SERIO GIOVANNI

SICILIA - CEFALU'
(PA)

DUOMO (frutta secca)

Poco equilibrato con la nocciola dominante su tutto, retrogusto di datteri e fichi, molto grasso. 5

BELLA GELATERIA

JAMES COLERIDGE

VANCOUVER – CANADA

LEMON MAPLE SYRUP (sorbetto al limone e pepe di cayenna)

Sinceramente brutto. Peccato, ho apprezzato molto l’entusiasmo di James Coleridge. Ritenti Mr. Coleridge, sarà più fortunato!

BLUEMOON

BUSCEMA ANGELO

SICILIA – DONNALUCATA – SCICLI (RG)

CANNELLA

Troppo dolce, poco deciso. 4,5

ORTOLOT

FAUSTO BORTOLOT

GERMANIA – COCHEM

BIRRA DOPPIO MALTO

Divino. Il vincitore della mia classifica personale

BRUNO DI BONI PIERINA

SERANI MARIO

LAZIO - ANTRODOCO (RI)

SAPORI D'AUTUNNO (castagne, nocciole e mandorle pralinate)

Una stracciatella base nocciola. simile alla confettura di castagne. 6

CIOCCOLATERIA MAGA CACAO

TRASPARTI GIACOMO

MARCHE - CIVITANOVA (MT)

ARANCE E FAVE DI TONKA

Piccante, stucchevole, non gradevole. 3

COOP GIOIA SU SUGELLAU DE ZIA BIATTA A.R.L.

RUBEN PILI

SARDEGNA - SAN SPERATE (CA)

GATTOU (crema caramello e croccante di mandorla)

Vago sapore di tutto, non ho mai amato i gusti con troppi ingredienti. 5

DE' COLTELLI

GIANFRANCESCO CUTELLI

TOSCANA - PISA (PI)

VANIGLIA

Molto buono, delicato e aroma di vaniglia persistente. 7

DI MATTEO

DEL VERME RAFFAELE

CAMAPANIA - TORCHIARA (SA)

FICHI ALLORO E MANDORLE

Profumo di alloro netto e distinguibile. Stessa consistenza del fico al palato. 6,5

DOLCEMENTE

YANIV ABERGEL

ISRAELE - MOSTAV GEFEN

DATTERI E NOCE

Con miele di dattero e sale del Mar Morto. Avrei messo più sale. 5+

DON PATRICIO S.A.

PATRICIO RAIMUNDO

ARGENTINA - PERGAMINO - BUONOS AIRES

DULCE DE LECHE GRANIZADO (crema caramello e cioccolato)

Buono ma dimenticabile. 6

GAIA GELATO ECOBIOLOGICO

FERRO ALESSANDRO

EMILIA ROMAGNA - PARMA (PR)

PARMIGIANO delle TERRE TERREMOTATE (gelato BIO)

Triste mortificare un prodotto così buono con un gelato non alla sua altezza. Forse avrebbe reso di più con del prosciutto crudo al posto del melone. 4

GELATERIA AZZURRA

GAETANO DOMINICI

SICILIA - PALERMO

MANDORLA E PISTACCHIO NOCCIOLA DEI NEBRODI GELSI (per celiaci)

Il Nocciola è buono, delicato, grazie alla poca tostatura (Cappadonia Docet). Buono anche gelsi. 7

GELATERIA FIESTA

KOZLOVA IRYNA

EMILIA ROMAGNA - (RE)

LANCELLOTTA (mosto d'uva emiliano)

Sottovalutato. 7,5

GELATERIA MARINA DI PIAN MARINA & C.

GABRIELE DAL BEN

FRIULI - GEMONA (UD)

FIORI DI SAMBUCO E PROSECCO FRIULANO

Il sapore di prosecco era eccessivo, complessivamente sufficiente.

GELATO E CIOCCOLATO

TIRABASSI LUIGI

LAZIO - SUBIACO (RM)

PESCA E BASILICO

Perfetto. 9

GELATO PAZZO

BIANCHI PATRICK

VALLE D'AOSTA - AOSTA (AO)

UVA

Sottovalutato anche lui 7,5

GOLOSI DI NATURA

ANTONIO MEZZALIRA

VENETO - GAZZO PADOVANO (PD)

FIOR DEL MATTINO (latte, croissant, confettura di albicocca)

Avrei aggiunto un caffè e un quotidiano. 4,5

IL BIGNE'

NICOLA ANTONIO SALERNO

SICILIA - CALTANISSETTA (CL)

CARAMELLO AL SALE

Davvero buono, con un probabile aroma mandorla di cui non ho avuto modo di confermare la presenza. 7,5

IL PINGUINO

PACE VINCENZO

PIEMONTE - TORINO (TO)

GIANDUIA

Il cioccolato al latte dominava su tutto. Poco definito. 5

LA FENICE

BLANCO IGNAZIO

SICILIA - MODICA (SR)

CIOCCOLATO MODICANO

7+

LA PREFERITA

PAOLO ANTICO

SICILIA - PARTINICO (PA)

CIOCCOLATO FONDENTE

Senza infamia e senza gloria, un fondente da manuale. 7

MAKI'

LUZI ANTONIO

MARCHE - FANO (PU)

AMARENA DI CANTIANO

6

MARCHETTI ALBERTO

MARCHETTI ALBERTO

PIEMONTE - TORINO

NOCCIOLA PIEMONTESE

Una nocciola troppo tostata e invadente, che ha privato il frutto della sua personalità. 6

MUSUMECI

SANTO MUSUMECI

SICILIA - RANDAZZO (CT)

PISTACCHIO

8

CARBE'

CARBE' MARIA ANNUNZIATA

UMBRIA - PERUGIA

OLIO DI OLIVA UMBRO E TARTUFO

Non sono molto incline al gelato gastronomico. Non terribile, ma nemmeno buono, con pessima sensazione tattile al palato. 4

RIZZARDINI VIEL S.N.C. DELIZIA

MARCO VIEL

VENETO - BELLUNO (BL)

PINO MUGO E MIELE

Con olio essenziale di cespuglio agliforme alpino e miele di rododendro. Gradevolissimo. 7

SELENE

SHINSAKU KATAHIRA

GIAPPONE - FUKUSHIMA

YUZU (bergamotto giapponese)

Acqua di colonia per bambini. 4

SOBAN

SOBAN ANDREA

PIEMONTE - VALENZA (AL)

MENTA DI PANCALIERI

Bravissimi i Soban, per aver fatto capire ai più di che colore deve essere il gelato alla menta. Ottimo ma estremamente balsamico, meglio degustarlo alla fine. 8

Giorgio Barassi (MI)

   

Pesca di leonforte

Perfetto 8

Francesca Silvestrini (MI)

   

Susine di Monreale

6.5

Pierluigi D’Ambrosio (Casarsa della Delizia PN)

   

Mandorla pizzuta di avola

Poco intenso 5

STAND LEGALITA'

   

MIELE PROFUMO DELLA LIBERTA'

Intenso retrogusto di miele persistente a lungo. 7

 

Sherbeth2012 3In questa edizione si è puntato molto sulla solidarietà e il consumo critico, promuovendo il gelato prodotto con miele coltivato nelle terre di Libera Terra confiscate alla mafia, il gelato prodotto con il parmigiano delle terre terremotate dell’Emilia Romagna e quello al bergamotto di un maestro giapponese proveniente da Fukushima, travolta dall’incidente nucleare di un anno fa, del quale chissà ancora per quanto tempo subirà gli effetti. Apprezzo molto queste iniziative per mantenere vivo il ricordo degli eventi, ed è giusto sfruttare un momento piacevole come quello del gelato per instillare buone idee nel prossimo, augurandomi vivamente che questa abitudine sia mantenuta anche nelle prossime edizioni.

Sherbeth2012 4Vorrei concludere con la mia TOP 3, che non coincide mai con quella ufficiale, ma che mi rende molto orgogliosa per il solo fatto di aver confermato il mio record dell’anno precedente, con 36 gusti di gelato in sole due ore.

1. BIRRA DOPPIO MALTO, quattro coppette non sono bastate a placare la voglia di questo gelato. Contrariamente alla scorsa edizione in cui questo gelato era già stato presentato, stavolta I Bortolot hanno trovato il bilanciamento ideale, dando la sensazione di assaggiare la schiuma gelata e cremosa, ma dal sapore deciso e vivo. Ho saltellato dal piacere come poche volte nella mia vita, come una bimba che prova un cibo nuovo e non riesce a contenere l’emozione. Alla quarta coppetta il ruttino non ve lo toglierà nessuno.

2. PESCA E BASILICO, semplicemente perfetto. Fresco, profumato, leggero.

3. CARAMELLO AL SALE, Ad un secondo assaggio fatto a distanza di qualche ora, forse coinciso con una produzione successiva, la percentuale di sale era sensibilmente aumentata, amplificando il contrasto dolce-salato.

 

Appuntamento al prossimo... film!

 

 



Valutazione CucinArtusi.it:




Schede e indirizzi utili:


Tags:

 

Su questo sito web si può liberamente leggere
e spero che possiate anche imparare qualcosa di nuovo,
ma una cosa vi raccomando: non rubate materiali e idee,
non rubate per rispetto del lavoro altrui,
non rubate perchè perdereste l'onestà,
non rubate perchè diventereste dei ladri,
non rubate perchè i furti non si possono nascondere a lungo,
non rubate perchè tanto non riuscirete mai a copiare l'originale,
non rubate perchè ciò non indica mai furbizia, ma tanta inettitudine
e chi ruba anche una sola volta sarà ladro e inetto per sempre.
-------
Il materiale presente all'interno di questo sito è frutto originale
del suo autore ed è quindi protetto da copyright.
E' vietata la copia, anche parziale, senza esplicita autorizzazione di CucinArtusi.it.
Tutte le valutazioni espresse nel sito sono da considerarsi
libere opinioni dell'autore delle stesse.

Licenza Creative Commons
CucinArtusi.it by Maurizio Artusi is licensed under a Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia License.

Cerca produttori

Il video di CucinArtusi.it


Facebook

Twitter

Google Plus

LinkedId