gototopgototop
                                                    RSS Feed RSS

newsletter

Ricette di Maurizio Artusi
Cookbook

 
Ricetta precedente
Ricetta seguente
Stampa
Email

BOCCONCINI GUCCIONE
BOCCONCINI GUCCIONE
BOCCONCINI GUCCIONE

Autore: Maurizio Artusi

Valutazione:  Point1Point2Point3Point4Point5

(2Voti)

Descrizione:

Questa ricetta è stata ispirata dai "Bocconcini dello Zio Pino", ideati dalla Macelleria Scalici di Giacalone a Monreale (PA), poi da me rivisitati durante una serata in compagnia di Francesco Guccione, produttore di vini naturali a San Cipirello (PA), e pertanto a lui dedicati.


Altre immagini - Click to view larger image
Erbe aromatiche
BOCCONCINI GUCCIONE
Farcia
BOCCONCINI GUCCIONE
Fettine di lonza di maiale
BOCCONCINI GUCCIONE
Ingredienti

Dosi per circa 40 bocconcini (1,6 Kg totali)

1 Kg di lonza di maiale (Macelleria Scalici)
pangrattato secco per panare
sale

Per la farcia:
250 gr. di pangrattato fresco (Piana delle Bontà)
uva passa

menta
basilico
origano fresco
rosmarino
salvia
caciocavallo grattugiato
pecorino grattugiato
peperoncino tritato
pepe macinato al momento
una punta di aglio tritato
olio extra vergine

Preparazione

Creare delle piccole fettine molto sottili con la carne di maiale, aiutandosi con un batticarne, frullare del pane fresco possibilmente senza crosta o con crosta sottile, del tipo ciabatta o pugliese, ed unirvi le erbe tritate a coltello con tutti gli altri ingredienti della farcia. Il dosaggio delle erbe aromatiche deve seguire l'elenco degli ingredienti in cui il primo, la menta, dovrà sovrastare tutti gli altri e così via. Attenzione, non salare la farcia poichè già sapida grazie all'uso del pane ed alle erbe aromatiche! La ricetta richiede una buona quantità di peperoncino con lo scopo di creare un sapore alla menta con il contrasto tra piccante e il dolce dell'uva passa, pertanto anch'essa dovrà essere abbondante. Per riuscire ad appallottolare meglio la farcia, consiglio di spruzzarla con acqua e di amalgamarla bene, prima di aggiungere l'olio, in tal modo si ammorbidirà ulteriormente il pane, agevolando il lavoro di avvolgimento del bocconcino. Il formaggio, la cui tipologia è lasciata alla discrezione del preparatore, dovrà essere dosato con parsimonia, senza esagerare, soprattutto se di sapore forte. Gli involtini dovranno essere composti con delle fettine di carne molto piccole, ricordarsi che il risultato ottimale si ottiene con involucro piccolo, sottile e con farcia abbondante. Infine, compattare i bocconcini all'interno della mano e quindi panarli in pangrattato con un pizzico di sale. La cottura si potrà eseguire in padella a fuoco medio, girando i bocconcini in modo da farli cuocere da tutti i lati, meglio ancora alla brace, preferibilmente su pietra lavica per un miglior controllo del calore.

Album foto completo

Note

Ai Bocconcini è stato abbinato il Trebbiano 2013, vino naturale dell'Azienda Agricola Francesco Guccione.

Volendo, al posto della ciabatta della "Piana delle Bontà" di Piana degli Albanesi (PA), preparata con solo grano duro siciliano, si può provare ad usare del Pane Nero di Castelvetrano, magari quello prodotto dall' "Antico Forno San Michele" di Palermo da Ottavio Guccione, si otterrà così una maggiore rusticità al palato ed una migliore aderenza al... cognome, due Guccione son meglio di uno.

 

Detail feed in/out SHOW/CLOSE DETAILS
Tempo di preparazione:
1 h 30 min
Difficoltà:
Molto Facile
Porzioni:
10 porzioni
Spesa:
Nazione/Regione:
Costo per porzione:
Ultimo aggiornamento:
dom 16 ago 2015 17:11:03 CEST
Vista:
6177

 

Valutazione della ricetta
1 (Pessima) 1
Picture
2
PicturePicture
3
PicturePicturePicture
4
PicturePicturePicturePicture
5
PicturePicturePicturePicturePicture
5 (Ottima)

Commento dell'autore Commento
Gli utenti non registrati non possono postare commenti. Prima registrati.

 

Su questo sito web si può liberamente leggere
e spero che possiate anche imparare qualcosa di nuovo,
ma una cosa vi raccomando: non rubate materiali e idee,
non rubate per rispetto del lavoro altrui,
non rubate perchè perdereste l'onestà,
non rubate perchè diventereste dei ladri,
non rubate perchè i furti non si possono nascondere a lungo,
non rubate perchè tanto non riuscirete mai a copiare l'originale,
non rubate perchè ciò non indica mai furbizia, ma tanta inettitudine
e chi ruba anche una sola volta sarà ladro e inetto per sempre.
-------
Il materiale presente all'interno di questo sito è frutto originale
del suo autore ed è quindi protetto da copyright.
E' vietata la copia, anche parziale, senza esplicita autorizzazione di CucinArtusi.it.
Tutte le valutazioni espresse nel sito sono da considerarsi
libere opinioni dell'autore delle stesse.

Licenza Creative Commons
CucinArtusi.it by Maurizio Artusi is licensed under a Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia License.

Cerca produttori

Il video di CucinArtusi.it


Facebook

Twitter

Google Plus

LinkedId